Biblioteca Palatina

La Biblioteca Palatina, che ha sede, fin dall’origine, nel palazzo della Pilotta deve la sua fondazione alla illuminata politica culturale dei duchi Filippo e Ferdinando di Borbone e all’opera del bibliotecario Paolo Maria Paciaudi, che adottò per primo in Italia il catalogo per autori a schede mobili.

Arredata con lignee scaffalature disegnate da Petitot e suddivisa per materia in sei classi principali (teologia, nomologia, filosofia, istoria, filologia, arti liberali), la Biblioteca Palatina fu inaugurata nel maggio del 1769; sin dall’inizio godette del diritto di stampa e fu aperta alla pubblica consultazione. Si deve al bibliotecario Angelo Pezzana l’acquisizione di raccolte private di eccezionale  valore e la realizzazione del Salone di lettura “Maria Luigia” (1830).

Dall’Unità d’Italia è Biblioteca statale. Nel 1889 è stata annessa la Sezione Musicale presso il Conservatorio di Parma.

 

Amici della Pilotta

Amici della Pilotta è una associazione culturale nata per volontà di un gruppo di appassionati d’arte con lo scopo e la missione di sostenere e promuovere i siti espositivi dipendenti dalla Soprintendenza per i Beni Artistici di Parma e Piacenza.

Segnaletica_KV_DRAFT-01

Un centro culturale per Parma

3305285

43_11